Lotta contro la violenza

Lotta contro la violenza: un fiore da coltivare, iniziativa a Martina

Lotta contro la violenza: un fiore da coltivare, iniziativa del Soroptimist a Martina Franca

Lotta contro la violenza: nella ricorrenza del 25 Novembre, “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, il Soroptimist International Club di Martina Franca col patrocinio del Comune di Martina Franca e la collaborazione dell’Assessorato alle politiche sociali organizza l’incontro: “Lotta contro la violenza: un fiore da coltivare” durante il quale verrà presentato il progetto “Alfabetizzazione emotiva ed affettiva” con la dott.ssa Vitanna Curigliano psicologa, psicoterapeuta e mediatrice familiare.
La conferenza è aperta al pubblico nella Sala consiliare del comune di Martina Franca il 25 novembre 2019 alle ore 18.00.
La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per la prima volta, fu istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Da allora, rappresenta il momento più importante dell’anno per parlare, informare e sensibilizzare su questo grave problema. Che riguarda tutti i Paesi del mondo. Il 25 novembre non è stato scelto a caso, perchè in questo giorno del 1960 furono uccise le tre sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Dominicana. È una data importante, per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto e che non possiamo continuare a veder crescere il numero delle donne che subiscono violenza.
A volere la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne è stata l’Assemblea generale delle Nazioni Unite con la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre del 1999. L’intento dell’Onu era quello di sensibilizzare le persone rispetto a questo argomento e dare supporto alle vittime. Ogni anno, a partire dal 2000, in tutto il mondo governi, associazioni e organizzazioni non governative pianificano manifestazioni per ricordare chi ha subito e subisce violenze.
Nella foto, un richiamo alle cinquecento le scarpe rosse – simbolo della lotta contro il femminicidio – che sabato 21 settembre 2013 invasero i 17 gradini del duomo di San Giminiano, dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, per diventare le protagoniste di uno scatto fotografico artistico del fotografo Duccio Nacci. A portare a San Gimignano per questo appuntamento particolare fu in quell’occasione l’Auser che le raccolse in tutta Italia con la campagna di mobilitazione “Scarpe Rosse in cammino contro il femminicidio”.

(Visited 102 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *