Luisa Corna

Luisa Corna presenta a Martina “Tofu e l’Arcobaleno”

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 02/02/2020
17:00 - 19:00

Luogo
Fondazione Paolo Grassi - Martina Franca

Categorie


Luisa Corna presenta a Martina Franca “Tofu e la magia dell’Arcobaleno”

Luisa Corna presenta a Martia Franca il suo libro per bambini contro il bullismo. “Tofu e la magia dell’Arcobaleno”. Domenica 2 febbraio 2020 alle 17.00 nell’auditorium della Fondazione Paolo Grassi, in Via Metastasio a Martina Franca, l’autrice, già popolare cantante e show-girl, dialogherà la dott.ssa Roberta Leporati, dirigente dell’Istituo Comprensivo “A.R. Chiarelli”. Nel corso della serata sarà presentato “Il Regalo”, corto teatrale prodotto dallìassociazione “Lo sportello di Mattia”.

Quello della Corna è un libro che può parlare a tutti i bambini, sia con il testo, sia con i disegni, sia con il linguaggio universale delle canzoni. La parte musicale e quella iconica sono sicuramente un bellissimo spunto per la fascia pre-scolare poiché il fanciullo trova nell’espressione spontanea del corpo e della musicalità  un canale privilegiato per sviluppare la sua intelligenza sociale. Il contenuto, semplice e coinvolgente, si sposa con un pubblico soprattutto afferente alla scuola primaria dando la possibilità al corpo docente di proporre anche lavori di gruppo e riflessioni proiettive sia sui personaggi che sul filone narrativo. La storia di Tofu,  può essere utilizzata dagli educatori ma anche dai genitori,  come veicolo per aprire la comunicazione con i propri figli su temi di particolare delicatezza quali l’accettazione, il bullismo, l’amicizia, la diversità e la solidarietà.L’autrice, in tutta la storia,  ha volutamente fatto risaltare le emozioni positive (felicità, gioia e tranquillità) come possibilità di vivere nel quotidiano senza performance. (Dott.ssa Rota Giovanna, Psicoterapeuta).

Tofu a scuola

L’elaborato è stato sperimentato su un gruppo di bambini della scuola dell’infanzia di Palosco (BG) dalla Maestra Daniela Baitelli  ed è stato ben approfondito da un gruppo di allievi della Scuola Primaria Montessori di Capriolo (BS) dall’Insegnante Simona Abis con la collaborazione della Pedagogista Francesca Latorraca.

Simona riporta che: “Fin dall’inizio dell’anno, i bambini sono stati più volte posti di fronte al valore del rispetto e del rifiuto di ogni forma di prevaricazione, in qualsiasi forma essa si presenti. Abbiamo avvicinato l’argomento in più modi: attraverso la letteratura, la mitologia, la delicata arte della maieutica pedagogica. I termini “bullismo” o “bullo”, però, non erano mai stati usati da noi prima d’ora – per una forma di pudore, forse, oppure per il timore di inciampare in rigide e talora forzate etichettature. Nonostante questo, quando quasi alla fine della storia di Tofu ho letto alla classe le parole pronunciate da Elio a difesa di Lucy: “Sono solo dei bulli, lasciateli perdere!”, un brivido è sembrato attraversare  gli occhi sbarrati di ogni bambino – e le loro ciglia hanno smesso per un attimo di battere, come incantate: “Che cosa vuol dire bullo?”, ha urlato M., evidentemente turbata. “Bullo è chi pensa di far ridere ferendo gli altri”, ha risposto con convinzione .

Da qui, d’un fiato e prima ancora di giungere alla fine, è partita una lunga e accesa discussione intorno al significato di prepotenza, di tolleranza, di generosità, di sorrisi spenti e poi riaccesi grazie al valore dell’amicizia e dell’amore. In questa cornice, il finale eroico in cui il nostro piccolo alieno si erge a difesa dei più deboli è stato accolto da tutti noi con gli occhi lucidi di gioia e di poetica compartecipazione.

Quel pomeriggio stesso, di fronte a un piccolo episodio di arroganza da parte di un bambino verso un compagno, una bimba ha avuto il coraggio di dire: “Perché fai così? Non devi fare il bullo!”, con una nuova e rassicurante consapevolezza nello sguardo.

Nel complesso, quindi, la nostra esperienza di lettura è stata decisamente bella e costruttiva. Più bambini hanno autonomamente deciso di scriverne dei seguiti, tutti ruotanti intorno al tema dell’integrazione. (Dott.ssa Rota Giovannam, psicoterapeuta)

 

(Visited 202 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *