Coronavirus 20 maggio

Coronavirus 20 maggio 2020 – In Puglia 13 casi su 2.061 test

Coronavirus 20 maggio 2020 – In Puglia 13 casi su 2.061 test – 2.027 i pazienti guariti, 1.902 gli attualmente positivi

Coronavirus 20 maggio – Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi mercoledì 20 maggio 2020 in Puglia, sono stati registrati 2.061 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 13 casi, così suddivisi:

1 nella Provincia di Bari;

2 nella Provincia Bat;

6 nella Provincia di Brindisi;

2 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

1 nella Provincia di Taranto;

Per 1 caso è in corso l’attribuzione della relativa provincia di appartenenza.

Sono stati registrati 5 decessi: 1 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Brindisi, 2 in provincia di Lecce.

    Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 95.895 test.

Sono 2.027 i pazienti guariti.

1.902 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.407 così divisi:

1.443 nella Provincia di Bari;

383 nella Provincia di Bat;

635 nella Provincia di Brindisi;

1131 nella Provincia di Foggia;

509 nella Provincia di Lecce;

276 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione;

2 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

2 casi appartenenti a residenti fuori regione sono stati eliminati dal database.

 I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Spostamenti da e per la Regione Puglia. Chiarimenti sulle regole in vigore sino al 2 giugno 2020

ll DPCM del 26 aprile 2020 (ora DPCM 17 maggio) e l’Ordinanza del Presidente della Regione Puglia 214/2020 (ora 237/2020) consentono – con decorrenza dal 4 maggio – lo spostamento in una regione diversa rispetto a quella in cui ci si trova per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Quindi, lo spostamento da e per la Puglia, dove sia consentito dal DPCM, esula dall’applicazione delle altre disposizioni dell’Ordinanza regionale n. 214/2020 (confermato dalla 237/2020) che dispone l’obbligo di quarantena solo per chi “rientra” in Puglia per soggiornarvi continuativamente,  senza giustificazione motivata da comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Infine, nelle sue Domande frequenti il Governo ha chiarito che “è possibile lo spostamento tra Regioni se si abita in una regione e si lavora in un’altra per esigenze lavorative, se non è possibile lavorare da casa o fruire di ferie o congedi“.

Tali spostamenti dovranno in ogni caso avvenire  nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario (persone in quarantena, positive, immunodepresse etc.).

(Visited 119 times, 1 visits today)

Autore dell'articolo: redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *